come eravamo

un giorno succede che rivedi una persona dopo anni. la riconosci, sai come si chiama e dove l’hai vista l’ultima volta.  vorresti dirglielo ma non osi. a me capita sempre così.

ci siamo spiate da sotto gli occhiali da sole per giorni, pomeriggi interi sotto l’ombrellone tra secchielli braccioli e costumini da cambiare. e il dubbio se salutare per prima. alla fine l’occasione ce l’hanno offerta i nostri figli: la loro indisciplinata gioia di vivere e di giocare dove capita, anche sotto l’ombrellone altrui disseminando i giochi.

ti sei ricordata il mio nome e dove ci siamo incontrate l’ultima volta. eravamo ragazzine, facevamo atletica leggera al campo sportivo (quando ancora si chiamava) Stella Polare. fa ridere che ci siamo riviste proprio l’anno delle olimpiadi, che ci siamo riparlate nei giorni in cui erano in programma le gare di atletica… noi che usavamo i giri di campo non tanto per riscaldarci quanto per scioglierci in chiacchiere.

sembra ieri, sono passati 20 anni. in tempi di carrambate e richieste di amicizia, mi ha fatto piacere parlarti e intercettarti alla vecchia  maniera (segno dei tempi… nostri??)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s