Chicche di Chicca ovvero come mia figlia da attrice consumata riesce a mettermi in imbarazzo.

I figli, certe volte li guardi e pensi: da dove arriva questo alieno? Poi ci sono infiniti  momenti in cui ti stupiscono, riempiono  di orgoglio e fanno sorridere. Mio cognato  non fa che ripetere che soprattutto le femmine sono attrici. Dopo queste performance ne sono persuasa.
Spiaggia libera attrezzata, un bagno per tutti. A Elisa scappa e tocca a me portarla e farle aspettare pazientemente il suo turno.
– mamma però  a me scappa troppo.. non c’è la faccio più a trattenerla!
– dai, solo pochi minuti: dobbiamo fare la fila…
Un ragazzo  gentile mi cede il posto, io già mi vergogno perché sembra una scenetta studiata di proposito. Non contenta, la piccola Anna Magnani continua la lagna.
– Mamma  davvero non c’è la faccio più. .. ahhaa! !
Esce una ragazza dal bagno e la signora avanti a noi rotta a compassione o temendo una evacuazione improvvisa e inarrestabile ci fa passare certa di dover attendere giusto un paio di minuti. Una volta dentro,  invece, la situazione si rivela più  complicata del previsto. ..
– Mamma non ce la faccio, è troppo dura, non esce… gemiti di dolore, lamenti, roba da sala parto.
Alla fine con un ahhaa che lo hanno sentito anche quelli della canoa in mare, termina il supremo sforzo e la bambina si acquieta. Sono un po in imbarazzo anzi tanto che evito di attardarmi con una pipi. Usciamo. La fila si è triplicata, una ragazza non nasconde un sorriso divertito, abbasso lo sguardo e filiamo via. Applausi.
Altra scena epica e, pensandoci adesso, anche questa ha a che fare con bisogni fisiologici. Entro con i miei figli in un negozio dove stanno facendo il tipico fuori tutto a 10 euro di fine estate, il conte gorgheggia, lui non parla esprime  così la sua approvazione, penso. Una commessa gentile che ne ha visti di bimbi accompagnare madri nel negozio, si avvicina e inizia a chiacchierare con loro due:
– canta tuo fratello eh?! E tu  che fai, balli?
– no io faccio le scorreggie
– (commessa) ……
– (io) …..
– (commessa) …..
– (io)….. va bene, dopo questa andiamo via (imbarazzatissima ma fingendo divertimento )
Fine, per fortuna. Sipario.

Advertisements

2 thoughts on “Chicche di Chicca ovvero come mia figlia da attrice consumata riesce a mettermi in imbarazzo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s